info@circoloistria.com   3295707255 | 040 310444   Lunedì – Venerdì 9:00 - 13:00 | 16:00 - 19:00

CIRCOLO ISTRIA ATTIVITÀ PASSATA E PROGRAMMI FUTURI

In questo articolo Livio Dorigo, presidente del Circolo Istria, riflette sulla funzione di “pensatoio sull’Istria ” avuta dal Circolo dall’epoca della sua fondazione e sul nuovo ruolo attuale, dal momento in cui molte delle idee di base, inizialmente considerate “eretiche”, sono divenute patrimonio comune di tutti coloro che parlano e si occupano dei problemi della nostra regione e dei rapporti transfrontalieri. L’articolo è apparso nella SERIE QUADERNI XI -2001 edito dal Circolo Istria.

Più volte in quest’ultimo periodo di tempo mi sono chiesto se gli obiettivi che il nostro Circolo si era proposto al momento della sua costituzione fossero stati raggiunti ed il sodalizio avesse così esaurito in modo più o meno soddisfacente la sua funzione. Oggi, alle soglie di un processo destinato a integrare queste nostre terre in una futura comune casa europea, l’unico modo per cercare di riparare ai torti del passato, è forse quello di imporci di guardare, insieme, al futuro, compiendo per primi un doveroso atto di coraggio e uno straordinario sforzo di immaginazione. In questo momento si intrecciano infatti nei convertiti al riabbraccio il reale desiderio di recuperare il tempo perduto, l’ansia sincera di ritrovarsi ed incominciare finalmente a lavorare e vivere assieme, ma molto spesso soltanto la voglia di impostare interessanti rapporti economici, di sviluppare “Bisness”, in una obiettiva situazione di difficoltà in cui chi ha qualcosa è spesso disposto non a vendere ma a svendere. Emergono peraltro spesso improvvisazione, posizioni dense di contraddizioni, scarsa conoscenza dei veri problemi, sottovalutazione delle incomprensioni in modo tale da farci ritenere che noi i remi in barca ancora non li possiamo assolutamente tirare e che per noi questo momento sarà sicuramente il più difficile da affrontare. I nostri argomenti ispirati a prudenza ed attenzione potranno risultare fastidiosi e considerati inopportuni; ma soprattutto si ridurranno gli spazi di nostro intervento essendosi trasformata l’indifferenza nei confronti dell’Istria in fonte di diffusi interessi.

Il TESTO COMPLETO è in allegato in formato .pdf.